accedi   |   crea nuovo account

Ritratto

All’improvviso giunse,
il dolore infame,
l’Inferno mi strinse
nelle sue spire.
Allora non conoscevo
l’amore amaro,
il sorriso della vendetta,
l’amore non dato.
Interrogai la mente,
e voci d’altra gente,
giustificavano il mio pensiero.
Magra consolazione!
Entrai nel mio trascorso,
cercando chiavi e serrature,
ma un velo trasparente
m’appanna ancora la vista.
E io non so che fare …

 

1
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • Anonimo il 21/01/2010 10:00
    triste, ma bella. piaciuta!
  • Donato Delfin8 il 12/05/2009 21:38
    molto bella
  • Anonimo il 12/05/2009 20:46
  • Anonimo il 12/05/2009 15:48
    .. passaggio necessario.. il dolore.. per quanto forte.. lancinante.. passa
    .. passa..
    Aurora
  • Nicola Saracino il 12/05/2009 15:12
    Mi sembra originale il materiale che hai usato per il tuo "Ritratto": composti sulfurei di produzione propria invece che tempera, olio, acquerello... Intravvedo anche, in basso a destra, un'impronta di piede di capro...
  • Cinzia Gargiulo il 12/05/2009 14:47
    Ci sono dei momenti nella vita in cui non si può fare nulla se non aspettare che il tempo cicatrizzi le ferite provocate da tanto dolore. Solo a distanza di molto tempo il nostro dolore assume un significato diverso e riusciamo ad elaborarlo e accettarlo come parte di noi e della nostra vita.
    Sembra assurdo quello che dico ma alla fine amiamo anche il nostro dolore se non ci piangiamo addosso ma gli permettiamo di cambiarci in meglio.
    Poesia ben scritta!
    Un abbraccio...
  • Solo Commenti il 12/05/2009 14:02
    C'è sofferenza in questa visione del dolore infernale, dove la vista è appannata persino da un "velo trasparente".
  • Anonimo il 12/05/2009 13:07
    Bellissima Fabio... mi ha fatto riflettere..
  • loretta margherita citarei il 12/05/2009 10:02
    non volendo hai rivelato te stesso, nei versi non conoscevo l'amoreamaro, il sorriso della vendetta, l'amore non dato, che stia avvenendo il miracolo? piaciuta nella sua ambiguità

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0