accedi   |   crea nuovo account

Tra sogno e fobia

Immagini confuse di un vecchio sogno
la consapevolezza della fobia per i ragni
quello che accade non lo si dimentica
la scena si ripete... identica
quello che segue non lo si ricorda
urla quanto ti pare, la gente è sorda
grida più forte, non cambia niente
tanto... nessuno ti sente.
E quando credevi di essere l'unica eccezione
scopri di essere una delle tante infrazioni...
il tuo sguardo in basso...
il tuo respiro addosso...
riconosco il timbro della tua voce
e dopo un po' tutto tace.

 

2
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Sergio Fravolini il 19/03/2010 23:06
    Un vecchio sogno nella fobia efficace di poci perché.

    Sergio
  • Inchiappa Vito I Song il 04/09/2009 09:20
    Un incubo, un'ossessione. Un palpitare dell'animo che ha fine al tacere della sua voce. Ma il suo alito è ancora nell'aria?
    Bella, Cris.
    Vito
  • augusto villa il 22/05/2009 23:34
    Bravissima... Piaciuta davvero!
  • Vincenzo Capitanucci il 15/05/2009 06:29
    Un Tutto... avvolto... in una sorda ragnatela...

    Bellissima Cristiana... essere... una delle tante infrazioni...
  • Donato Delfin8 il 14/05/2009 18:23
    piaciuta
  • loretta margherita citarei il 13/05/2009 15:49
    bellissima scritta bene
  • Anonimo il 13/05/2009 09:13
    "il tuo sguardo in basso...
    il tuo respiro addosso..."... bella...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0