PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

A luntananza

Nennè,
va ncoppe all'asteco,
guarda sta Luna chiena,
manneme nu vaso
e dimme che m'appartieni.
Nun conta a luntananza
quanne ce stà o bbene.
E pò,
si è ammore vero,
passa tutt'e tempeste,
e o core fa cchiù festa
quanno torno a ddu tè

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • claudia checchi il 16/05/2009 21:52
    un amore vero supera ogni tempesta e il cuore fa festa quando torna da te.. spero
    di capirla giusta.. complimenti michele.. claudia.
  • Ezio Grieco il 15/05/2009 22:53
    Ciao Antò, mi... confondi.
    ... ultimamente mi sono... dato al vernacolo; e visto che ti piace leggere il dialetto, leggi anche qualcosa di "clezio".
    Grazie dell'attenzione.
    mikelus
  • Ezio Grieco il 15/05/2009 22:51
    Ciao Lory, grazie per averla letta.
    .. nennè, amorevolmente... donna mia, parte di.. Noi uomini... di vecchio stampo, da proteggere ed amorevolmente collocarla nello scrigno... dei gioielli. In Napoletano antico.
    mikelus
  • antonio castaldo il 15/05/2009 21:43
    bravo michè, chesta si... che na poesia.
  • loretta margherita citarei il 15/05/2009 14:39
    mike, sei grande, nennè bravo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0