accedi   |   crea nuovo account

Veleno ---black anthology---

Non ha più pezzi da contare
la mia carne
polpose ossa
e gocce brillanti
striature cremisi

Acida e bianca
finire intrappolata
nella ragione
sfuggitami
viscida sgusciante

Sono uscita
cambiata
scortata da demoni striduli
non trovo limbo ad accogliermi

So
sento
lava consumarmi
e voglio
urlare rabbiosa
mentre mio fratello
divorato da fame
implora morte
di morire

Cosmo
risucchia il nero infinito
della mia gola riarsa
e forse
rivolterò il contrario in se stesso
forse
il mio veleno sanguinante
impregnerà gli occhi
di chi
col silenzio
ha ucciso la mia creatura
prima ancora
di caricare l’arma
biforcuta

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Ferdinando il 05/10/2016 04:29
    apprezzata... complimenti.

16 commenti:

  • Anonimo il 21/07/2010 16:09
    Sei veramente particolare, Laura, nel tuo modo di scrivere.
    La più caratteristica, in senso buono, di tutti coloro che ho letto.
    Grande personalità, emerge dalle tue poesie.
  • laura cuppone il 17/09/2009 20:01
    grazie lorenza...
    un abbraccio

    Laura
  • Anonimo il 12/06/2009 13:36
    Uao... meravigliosa.
  • laura cuppone il 18/05/2009 23:28
    ha fatto bene anche a me.
    grazie salvatore,
    grazie davvero.

    Laura
  • laura cuppone il 18/05/2009 23:27
    grazie dolce..
    bacio
    Lau
  • Salvatore Arianna il 18/05/2009 23:24
    Grido vorace, nel sangue il tuo cuore,
    mi è piaciuto vederti urlare, liberarti dal dolore. Complimenti
  • Dolce Sorriso il 18/05/2009 13:31
    libero sfogo...
    piaciuta
    tvb
    Anna
  • laura cuppone il 17/05/2009 00:21
    ...
  • Anonimo il 16/05/2009 21:04
    esco con le tue parole addosso stasera. infinita. strabravissima. sei di un originale pazzesco laura. ti abbraccio.
  • laura cuppone il 16/05/2009 15:36
    grazie loretta!!!
    la tua presenza é una carezza... importante, se non altro per solidarietà poetica..
    Laura
  • loretta margherita citarei il 16/05/2009 12:57
    brava comunque, piaciuta
  • laura cuppone il 16/05/2009 11:18
    ange
    ora fango
    dopo l'onda

    arriverà
    la mia fertilità
    .. per ora rispetto e cullo
    i miei relitti
    e guardo a chi nessuno guarda
    ... nemmeno io guardavo
    ..

    ti adoro

    Laura
  • laura cuppone il 16/05/2009 11:16
    il sole...
    ora é solo una nana bianca
    ora solo
    un lume nel cielo scuro...

    sono stanca... e voglio godermi
    catatonica e riflessiva.

    ciao Marcello

    grazie

    Laura
  • ANNA MARIA CONSOLO il 16/05/2009 08:52
    penetrante
  • Anonimo il 16/05/2009 00:55
    Mi piace il tuo gridare
    arriva e penetra
    una rabbia espressa poeticamente in modo eccezionale
    si... mi piace
    un bacio
    Angelica
  • Anonimo il 15/05/2009 23:51
    Coltiva questa rabbia che è dentro di te, trasformala in versi... così rivedrai il sole!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0