accedi   |   crea nuovo account

Dolce dolore

Respiro l'aria fredda
della sera
che triste mi svela
i pensieri nascosti
nel cuore.

Rido,
scherzo,
faccio il duro
ma a volte penso a te,
sento ancora un vuoto dentro,
come brezza in un bosco
che non conosco
si muovono i ricordi,
una carezza
che mai più mi sfiorerà,
un sorriso
che non mi rallegrerà,
una voce
che non sentirò
dirmi né si né no,
sguardi
che non vedranno
la mia vita,
la nostra.

Avrei voluto
viverti ancora,
raccontarti di me,
starti accanto
tenendoti la mano
facendo due passi nel tempo
e restituirti
quello che hai dato a me.

Ma ora resta solo
il dolore,
il bisogno di te che
custodirò in me.

 

l'autore Donato Delfin8 ha riportato queste note sull'opera

Prosa del 15 11 1989
Dedicata a mio padre!


0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Donato Delfin8 il 17/05/2009 14:03
    Grazie a tutti per i commenti!

    Dedicata a mio padre!
  • Anonimo il 17/05/2009 12:34
    Amorei che non si dimenticano... bella.
  • loretta margherita citarei il 16/05/2009 22:45
    bella certi amori non si dimenticano bravo
  • Anonimo il 16/05/2009 22:08
    ... triste Don...
    bella...
  • Anonimo il 16/05/2009 20:46
    l'ho sentita forte dentro di me questa bellissima collezione di parole
  • Sarah K. il 16/05/2009 20:43
    un abbraccino!!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0