accedi   |   crea nuovo account

10 agosto 1983

Una goccia di luce
sfuggita dal nulla,
incosciente creatura
rimpiangerai la tua scelta!
Troppo terribili
ti sembrarono quelle mani
che ti tenevano nel buio
e nella pace.
La luce è meravigliosa
ma uccide...
il dolore ti inseguirà,
fuggirai,
non potrai scappare da te stessa,
dai pugnali nella schiena,
dalle bugie.
Sorriderai un attimo
per piangere una vita.
Otterrai tante gioie
ma ognuna
ti sarà strappata dal tempo
tiranno
e sarai sempre più stanca
per cercarne un'altra.
Rimarrai lì coi tuoi ricordi,
i tuoi rimpianti,
tra mille domande
senza risposta
tra fotografie
che già ti dileggiano
col loro falso sorriso.
Perso...
E le lacrime scendono
anche se brilla il sole.

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Cal laral il 16/08/2010 11:30
    Sai esprimere molto bene il senso dell'inizio della vita!!!
    Si rimane con un pugno di ricordi e di rimpianti... alla fine!
    sacrosante parole!!
  • Sergio Fravolini il 29/04/2010 12:25
    Sei nata tu... una bella visione di quel giorno offuscata da tanti perché e soprattutto del motivo... la nascita.

    Sergio
  • Anonimo il 19/12/2009 22:39
    Sacrosanto!
    E scritta molto ben
  • antonio castaldo il 16/05/2009 23:31
    ... ma di strada ancora ce n'è... e non è detto che...
    comunque mi è piaciuta... perchè comunque bella.
    kiss
  • Anonimo il 16/05/2009 22:23
    bella...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0