accedi   |   crea nuovo account

Pompei

Colori sbiaditi
d'antico splendore,
rovine a ricordo
di lusso e opulenza.
Impronte di vita
fermata all'istante,
non echi di voci
ma tetri silenzi.
Pompei è un fantasma
che evoca ancora
la storia di gente,
la tragica sorte
di anime ignare
cedute alla morte.

 

1
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Luigi Locatelli il 21/07/2010 14:28
    veramente molto molto bella... complimenti
  • laura cuppone il 20/05/2009 23:54
    uno dei miei gruppi musicali preferiti ha fatto un concerto senza spettatori.. nell'arena di Pompei.. nel novembre del 1972.
    uno dei loro brani si intitola ECHOES (echi)

    credoo invece che siano rimasti gli echi
    di quelle voci
    urlanti
    inconsapevoli
    e ferme
    nel tempo

    ho visto Pompei da bambina
    e ancora ricordo quella sensazione
    di solitudine
    piena...

    bella!!

    ciao Ignazio

    laura
  • loretta margherita citarei il 17/05/2009 10:13
    bellissimi gli scavi, triste vedere i corpi pietrificati dalla lava, bella descrizione
  • Maria Gioia Benacquista il 17/05/2009 09:47
    'Impronte di vita', 'tetri silenzi' è ciò che offrono le rovine di una città cancellata in un istante.
    Tragicità e rievocazione in questi bei versi.
  • Anonimo il 17/05/2009 08:21
    particolarmente angosciante...
    ma è giusto così...
    bellissima!!!
  • Anonimo il 17/05/2009 00:25
    Un ricordo sbiadito rivissuto da parole sentite per celebrare un luogo dalla magia senza tempo.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0