accedi   |   crea nuovo account

grazie di ieri

ho sognato erba blu
la stessa verde della veglia
i magazzini costruiti ieri
si sono mutati
in inutili fuoriserie
che vanno a benzina normale
sciocco un momento
per poter ascoltre frammenti di saggezza
e mani che creano
enormi bolle di sapone
nelle quali pretendo di osservare la vita
ma quando l'effimero esplode
sono contento
di essermi sbagliato
e rendo onore
a chi mi ha donato
quella strana sensazione di ridicolo
che mi rende un po' meno superbo.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Donato Delfin8 il 21/05/2009 10:26
    piaciuta.
  • Anonimo il 19/05/2009 13:09
    Capolavoro.
  • Anonimo il 17/05/2009 21:51
    è simpatico il modo di vedersi imparziale, tutto è riparabile nel carattere, anche se a volte i misteri creano qualche difficoltà però il sorriso empie. scrivi molto bene. ciao salva.
  • laura cuppone il 17/05/2009 20:27
    sempre quel tuo
    intuire
    sempre quel dissacrare
    che poi non é altro
    che impasto
    strano e particolare
    di nostalgia e futuro
    così irreversibilmente
    ... simili...

    un abbraccio!

    Laura
  • loretta margherita citarei il 17/05/2009 15:43
    sensazione di umiltà, piaciuta
  • Anonimo il 17/05/2009 15:20
    bellissima sensazione che condivido!!!!
    Bravo!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0