username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Morite, maledetti sentimenti...

Morite maledetti sentimenti.
Morite e sprofondate nell'inferno.
Morite, dietro gli occhi spesso assenti,
attenti, di chi soffre un male eterno.
Morite. Ve ne andate sordi e lenti.
Morite ritirandovi all'interno,
lasciate questo corpo ai suoi lamenti.
Morite intanto, chè non è più inverno.
Lasciatemi nel vortice di vuoto
di chi ha ucciso il proprio lato umano.
Morite sentimenti, è il fior del loto.
Oblio che il dolore tien lontano,
supplizio che ci infligge un dio remoto.
Morite sentimenti, è un rito arcano.

 

1
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Anonimo il 30/11/2010 08:14
    Bravo carissimo Flavio, vedo che un po' mi rassomigli. Questo pessimismo diffuso mi riporta al tempo passato. Ma senza il pessimismo forse non riusciremmo a scrivere i versi che Erato ci ispira!
    E se la tristezza ci riempie di sentimento ben venga... io non la scaccio!
  • Don Pompeo Mongiello il 11/10/2009 10:37
    Ma che muoiano solo quelli negativi. Bella
  • Donato Delfin8 il 27/05/2009 01:45
    carina
  • Flavio Burni il 22/05/2009 20:19
    È questo il rito arcano...
  • laura cuppone il 22/05/2009 16:34
    appunto!!!!!

  • Flavio Burni il 22/05/2009 14:57
    Se nulla muore, nulla nasce...
  • laura cuppone il 21/05/2009 23:46
    nulla muore
    si trasforma soltanto...

    Laura
  • loretta margherita citarei il 21/05/2009 17:57
    se muiono che cosa scriviamo poi? piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0