username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

La genesi di Atlantide

Oscillo.
Encomiabile fragilità
dischiude le labbra.
Oltrepasso
un muro di sillabe.
Necessità
proibisce l' immagine.
Fendo l' aria.
Nel mutismo,
inqualificabile complemento,
male,
tu abiti il mio dominio.
Ondeggio
nel delirio.
Eredità.
Nella carne del tempo,
nella vischiosità dell' anima,
nero oblio
che gli uomini fonde,
ho sognato
la genesi di Atlantide.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • antonio castaldo il 13/06/2009 21:13
    molto bella! brava! kiss.
  • lucia pulpo il 11/06/2009 09:48
    La visione onirica e delirante di una dark lady? Atlantide non è solo la città sommersa che scompare è anche il mito della felicità e della conoscenza senza esitazioni...
  • Attanasio D'Agostino il 28/05/2009 19:59
    Mi è piaciuta
    un caro saluto Tanà.
  • Anonimo il 23/05/2009 16:09
    Perchè dispiacersene? È una meravigliosa visione onirica...
  • laura cuppone il 21/05/2009 22:45
    mi spiace che il male
    abiti il tuo dominio..
    Atlantide---

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0