PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il regno universale dell’uomo

Vivo nell’istantaneità dell’attimo
istanti meravigliosi

spontaneamente
li colgo

a viso aperto
ad amati amanti
del Sole
li offro

sono fiori
universali
sbocciati eterni
nel Cuore

poi dimentico da un attimo all’altro di essere stato nazione pianeta stella universo fiume vulcano mare pioggia fiore roccia luce

per ritrovarmi ad essere un semplice O-m-etto O-m-esso fallito nel suo bene di essere

Re del suo regno

 

0
5 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Sergio Basciu il 26/02/2014 05:17
    Io ci leggo la bellezza, la fantasia, la passione, l'ispirazione, anche la presunzione del poeta, mancato re dell'universo fuori e dentro di noi... bella... ciao

5 commenti:

  • Anonimo il 22/05/2009 22:54
    Bella.
  • Anna G. Mormina il 22/05/2009 20:32
    ... quell'attimo meraviglioso, spontaneo, offerto agli amanti del Sole,... quei fiori eterni del Cuore... noi per Lui siamo tutto ciò... davanti a Egli siamo piccoli, non falliti... bella, molto bella!
  • cesare righi il 22/05/2009 20:07
    l'istantaneità dell'attimo, in questo verso (io) vi leggo il big-bang primordiale, è la materia oscura che si pensi permea tutto l'universo. E noi crediamo di essere i dominatori della terra: o-m-etti, nemmeno un KG. Poi ci trasformiamo in essere divini, che mistero?
    Ciao Vince
  • Anonimo il 22/05/2009 17:10
    .. io la leggo tutta qui'' vivo nell'istantaneita dell'attimo.. momenti meravigliosi ''
    e li offro come fiori universali... sbocciati nel cuore ''
    bellissima Aurora
  • loretta margherita citarei il 22/05/2009 13:30
    vivere e cogliere l'attimo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0