username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

tra le folle

Raccolgo pensieri,
reti intricate
da buttar giù
su un mare candente,
rifiuto banalità totalizzanti,
e luci intermittenti...
Hai conosciuto il mondo troppo presto,
chi ti crederà?
La carne: poesia...
e file di soldati nero vestiti
dietro una bara
e orrido tempo
all'attacco,
campi a ferro e fuoco,
e perfino le stagioni
cambiar corso
come il tuo nome:
troppa ragione
o semplicità?
Parole...
e un vecchio passa,
tra le bottiglie, e guarda
le piazze zeppe di boccioli.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 27/05/2009 01:33
    un canto crudo, un grido misto di rabbia e quasi di rassegnazione che nasconde un viaggio alla ricerca del proprio essere!
  • Vincenzo Capitanucci il 23/05/2009 03:04
    Bellissima... Len... bottiglie vuote... piazze piene di boccioli...
  • laura cuppone il 22/05/2009 18:35
    leggo e rileggo..
    non so perchè mi piace molto
    l'atmosfera "vagante"
    che emanano le tue opere..
    vagabondaggio e follia descrittiva...
    a volte innalzi, con parsimonia e poi ti rituffi... nella crudezza...
    mi piace non avere direzioni nella lettura e poter spaziare ed essere spiazzata...


    hai versioni in lingua inglese dei tuoi scritti?

    ciao Laura

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0