accedi   |   crea nuovo account

25 Dicembre

Stavo girando il quartiere delle pentole
quando mi accorsi di avere un manico.
Forse poteva servire a sbloccare definitivamente
il mercato del Mango...
Un tegame brunito
pur di avere il mio manico
mi offrì 3500 Mangos de Sugus.
I migliori!...
Così diceva mio zio..
mentre con una compiaciuta smorfia
tirava il collo al tacchino.
Era Natale.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Anonimo il 19/04/2008 20:03
    Ti raccontava la storiella tuo zio, perchè tu non ti accorgessi che stava tirando il collo al tacchino?
    Carina
    Angelica
  • Michelangelo Cervellera il 15/10/2007 20:23
    Già, è un bel problema avere un tegame senza manico oppure l'inverso. Molto carina e divertente, mi ha messo allegria. Bravo. Michelangelo
  • alfonsa palacano il 15/10/2007 10:04
    Bellissima la Tua poesia:leggendola mi ha messo di buon umore...
    Grazie per averla con noi condivisa
    Alfonsa
  • Valentina Ripanti il 18/08/2007 01:15
    La tua poesia è meravigliosa e anche spettacolare. Valentina Ripanti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0