accedi   |   crea nuovo account

ombra

E comincia un'altro viaggio
verso chissa' quale meta.
minuziosamente, in silenzio
mi allontano dalla realta'
e sogno:
un incantevole palcoscenico di
cose pittorescamente addossate l'una all'altra;
un intreccio di viuzze, strette ma pulite, di
terrazze che sembrano piccole piazzette
e di scenografiche scalette
sulle quali si affacciano porte e finestre.
L'apatia ora non ha spazio
e provo dolci sensazioni
che saziano il mio io...
ma un soffio di vento
frantuma la mia letizia.
Riprendo a vivere, a respirare
quando tutto intorno a me e' buio...
avanzo ma e' reale la paura di soffrire..
devo attraversare la frontiera
ma mi giro verso il passato
e vedo la mia ombra,
che in silenzio,
per paura di essere notata
piano piano si allontana
sempre di piu', timidamente
ma non puo' scomparire.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Cinzia Gargiulo il 29/06/2009 01:49
    Mi piace!!! C'è la voglia di tornare alla vita e di assaporare con gioia i doni che può offrire sebbene questa voglia di rinascita sia ancora fragile. La frontiera tra il passato di dolore e il futuro tutto da scoprire va superata con un atto di coraggio, perchè in fondo l'aver sofferto ci rende più consapevoli delle nostre risorse interiori.
    Lascia che quell'ombra si allontani sempre di più e spicca il volo verso mete sconosciute!
    Bellissima poesia!
  • Donato Delfin8 il 27/05/2009 18:45
    bella
  • loretta margherita citarei il 23/05/2009 15:16
    ben scritta piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0