username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Introspezione

Nella stazione dei ricordi
parte un altro treno.
Gli ultimi pensieri si affrettano,
spingono
per prendere posto.

Chiudi gli occhi
sussurra l'Anima mia.

Ti porterò là
dove avresti voluto essere
e dove i giorni
non ti hanno mai portato.

Vedrai le tue illusioni
sepolte
da enormi ragnatele,
le tue delusioni
stinte,
dal tempo che è passato,
le tue mete,
poche,
perchè poco
ti resta da raggiungere;
e quelle mai raggiunte,
avvolte da nebbia
che non sei riuscito
a diradare,
per poca fortuna,
pensi,
ma la fortuna è
degli auduci,
e tu,
non hai mai osato.

E dopo il campo
del tuo seminato,
il capolinea è arrivato.
Non recriminare,
quel che è stato
è stato.

 

1
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Ezio Grieco il 27/05/2009 22:47
    Ciao Donato, un'abbraccio anche a te; grazie per essere passato.
    mikelus
  • Donato Delfin8 il 27/05/2009 19:26
    condivido!! Bravissimo
  • Ezio Grieco il 25/05/2009 23:47
    Ciao... ragazzi, un grandissimo abbraccio a tutti voi; grazie.
    mikelus
  • claudia checchi il 24/05/2009 16:30
    molto bella complimenti michele.. claudia
  • loretta margherita citarei il 24/05/2009 14:15
    bentornato mike, piaciuta il treno dei ricordi, ciao
  • Giada.. il 24/05/2009 10:27
    mi piace, molto bella
  • Vincenzo Capitanucci il 24/05/2009 05:31
    Stazione mentale... Capolinea... Si scende...!!!!
    Bellissima Michele... quello che stato è stato... ma quello che è... è... Osa... come mi diceva un Manzo... che pascolava tranquillamente...
    non è mai... troppo tardi...
  • Anonimo il 24/05/2009 01:16
    Una grande verità in una lirica ben scritta!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0