accedi   |   crea nuovo account

Estate

Quando scende la sera
puoi sentire il profumo riflesso nell'aria
le flebili menti vibrano
e s'innalzano nel cielo trapunto
mentre i suoni ciarlieri
annunciano ormai il tramonto già giunto

È calma misteriosa e potente
la magica forza che coinvolge
l'atmosfera stranamente pulsante
in un gioco fatto di sensazioni e speranze...
non tutto combacia perfettamente
ma il desiderio di gioia è ora più vivo e presente

Ho sentito lontano un sottile filo di vento
che mi arriccia la pelle
e mi rende per un attimo assente
è solo il momento fuggente delle cose perdute
poi la forza ritorna veemente e non c'è altro da fare
che rituffarsi nell'estate con cura paziente

 

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 07/09/2009 00:01
    introspettiva e delicata... piaciuta!!!
  • Ada FIRINO il 23/07/2009 14:33
    Davvero bella questa poesia, Belle rime e belle assonanza. L'estate. poi, è la stagione da me preferita.
  • loretta margherita citarei il 24/05/2009 16:11
    torna la bella stagione piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0