accedi   |   crea nuovo account

la mia notte

Il sole sta per calare,
questa sarà una bella notte,
la vostra notte.

io vivo sempre di notte,
ma la mia è una notte diversa,
la mia luna è una lanterna opaca
le mie stelle sono falene che
come avvoltoi volano sul loro banchetto
il dolce canto delle cicale è
per me il rumore delle gocce che cadono sulla pietra
e il mio cielo è un soffitto di cemento.

ma non sono sicuro
di essere io quel uomo
steso per terra, forse lo ero
quando sono entrato li dentro
ma saranno passati mesi, o forse
molti anni, ma quel uomo è cambiato
il suo volto si è invecchiato
il suo corpo è diventato debole.

io non posso vedere il mio viso,
perché la mia notte perpetua me lo
impedisci, e se un giorno rivedrò
il mio viso sarà come entrare nel
corpo di un estraneo.

e allora visto che la mia
mente è stata l’unica a non cambiare,
sogno, ma col tempo o iniziato a credere in quel sogno,
di essere fuori da quella porta
a vivere le vostre notti.

 

1
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Musa Alienata Inquietante il 06/11/2009 20:16
    Una notte molto più reale di quella decantata da poeti romantici.
  • daniele ciad il 31/08/2009 13:29
    grazie
  • giancarlo milone il 23/08/2009 16:37
    bravissimo, molto bella...
    esprime molte buone idee e senzazioni...
  • daniele ciad il 28/05/2009 07:03
    grazie donato
  • Donato Delfin8 il 27/05/2009 20:48
    bella. molto saggia
  • daniele ciad il 25/05/2009 07:19
    grazie marcello
  • Anonimo il 25/05/2009 00:35
    Piaciuta per intensità di emozioni e immagini poetiche

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0