accedi   |   crea nuovo account

Delirio dell'ebbro di sole

Butta, cielo, butta.
Rovescia quello che hai in serbo
per l’anno a venire.
Colma le strade di bianco
e rendici muti dal gelo.
Ricorda a tutti cosa sai fare
nei mesi d’inverno.
Mostra i muscoli delle tue nubi
e invadi la terra
che ormai secca ogni cosa.
Infierisci con tutta la forza che hai.
E facci rimpiangere come sei terso d’estare
e l’aria che porta i profumi cotti dal sole.

 

1
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • August Mishell il 14/07/2013 16:17
    Un invito, un inno, una lode alla magnificenza della natura, nei suoi elementi archetipi e costitutivi, qui rappresentata dall'Acqua, invocata a due mani.

4 commenti:

  • marco moresco il 14/07/2013 20:57
    Sì, August, la potenza della natura nelle sue espressioni estreme e anche l'animo umano mai contento del suo presente, ciao grazie del passaggio
  • Andrea Arvati il 05/03/2010 02:29
    piena di sentimento e vita
  • Fiscanto. il 22/10/2009 12:33
    bella
  • loretta margherita citarei il 26/05/2009 09:39
    grido disperato, piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0