username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Istante

E vidi l’estasi
non identificabile
nelle nudità dipinte
restandone un attimo
densa
dentro
tra gli incroci fitti
di tele
carezzate
come pelle da spiga
di grano

E sentii quel canto
alzarsi tra le strade in letargo
e vidi braccia al risveglio allungarsi
e vidi spettacoli grandi come castelli
innalzarsi nel respiro profondo
di saltimbanchi
di rafia ocre

Come impalpabile nebbia
insinuasti lancette
le tue dita tra le pagine e le righe fitte
di quel ponte d’acciaio
perfette

La velocità
dissolve i contorni
e le macchie divengono oggetti
fermi
alla ferma stazione

Come dicono che di notte non si veda
il distinguere
ma invece penso che allora
si intuisca il contorno
e la vera
capiente
profondità

Dico all’impronta
quello che sa da sempre
senza che ascolti
l’accorgimento del suono
e l’inflessione del lamento di una preda
per l’altra

Riconosco quando è il momento
dell’inchino perfetto al mio spirito
e quando ha bisogno del viaggio
per partire
dal prossimo
istante.

 

0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • Donato Delfin8 il 27/05/2009 21:43
    piaciuta
  • laura cuppone il 27/05/2009 18:52
    a volte
    si parla troppo
    a se stessi
    ...
    c'è chi sente tutto
    tanto
    ...
    il cieco e il sordo
    forse
    sono felici


    ...

    cogliere l'attimo
    farsi
    cogliere
    istantanea-mente


    grazie a tutti.

    Laura
  • augusto villa il 27/05/2009 11:32
    Bella poesia!
    Certi particolari possono distogliere la nostra attenzione... da quelli che la luce della notte ci consente di vedere... portandoci fuori strada... Inquinando le nostre riflessioni... e di conseguenza le nostre conclusioni... semmai ce ne fossero... Ciao!
  • Fabio Mancini il 26/05/2009 15:06
    Creatività di linguaggio sempre sorprendente e originale. Meno sensuale di altre, ma egualmente efficace per introspezione. Piaciuta. Ciao, Fabio.
  • Cinzia Gargiulo il 26/05/2009 12:01
    C'è l'estasi di chi sa cogliere la bellezza e la profondità di ogni prezioso istante che la vita offre come dono.
    Bellissima poesia.
    Baci...
  • Anonimo il 26/05/2009 10:11
    .. sei di una bravura incontestabile... grandissime capacita' espressive
    .. entro in questa tela di vita.. e le emozioni mi prendono.. attimi preziosi
    dipinti con i colori dei ricordi.. fissati magistralmente nel momento..
    bravissima
  • Anonimo il 26/05/2009 09:27
    Una ricchezza di contenuti e di 'questioni' frastiche, un impalpabile sogno e 'viaggio' nel mondo delle cose perse.
  • loretta margherita citarei il 26/05/2009 07:08
    molto profonda nei sentimenti piaciuta
  • Anonimo il 26/05/2009 02:03
    bella, soprattutto il finale in cui si prende coscienza del momento in cui è necessario cogliere l'istante

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0