PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il Paese della nonna

Tra tanti paesi incontrati,
tra vicoli e strade in salita,
sei tu a rimanere nel cuore,
paese lontano, lontano.
Le case piccine, piccine
avevano sguardi curiosi
per ogni passante
che nuovo, toccasse
il tuo suolo.

Da esigui balconi, gerani,
ma pure garofani, rose
sporgean le testoline,
scrutando, scrutando
ogni cosa.

E c'era, per ogni dimora,
un muro, una sedia,
una panca,
perché riposassero al sole,
i vecchi, la voce un po' stanca
che fiabe racconta ai bambini.

E c'erano, poi, le maggiori
fanciulle, intente al lavoro;
con l'ago e col filo di “oro”
seguivano il loro ricamo.

E c'era, paese lontano...
In piazza l'antica chiesetta;
la nonna vi andava ogni sera
a recitare il rosario.

Di tempo sai, ne è passato,
ma tu rivivi nel cuore
tra canti liturgici lievi
lungo le strade in salita.

Cortei religiosi rivedo;
nel mese di maggio risplendi
tra rose, tra gigli e profumo
d'incensi
aspersi in onor di Maria.

Nel canto di nonna ti sento:
rinasce l'antica poesia,
respiro quel tempo, paese.

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Anonimo il 12/11/2013 14:44
    Bellissima poesia sui ricordi, su un mondo diverso da quello odierno e più vero nella sua semplicità. Complimenti!
  • Anonimo il 18/04/2011 19:56
    Emozionante e scritta magnificamente
  • Giuseppe Tiloca il 13/06/2009 15:45
    Paesi ed antiche tradizioni, tutto rispecchia anche la mia di nonna, che va in chiesa e recita il rosario, ma cucisce, anche e, mi fa sentire, a casa è bellissima questa poesia:')
  • Donato Delfin8 il 27/05/2009 23:50
    bella
  • Luigia R. T. il 26/05/2009 16:33
    Piccolo e grande "mondo antico", fatto di colori e profumi semplici, di gente semplice, capace ancora di parlarsi e di raccontare, di meravigliarsi e godere delle piccole cose, in cui la vita si dipana con naturalezza..."mondo antico" incantato e piccolo... perché ormai contenuto solo nel tuo cuore!
    Descrizione sognante e nostalgica... e molto sentita!
  • cesare righi il 26/05/2009 16:33
    quanto mi è piaciuta questa poesia. Dolcissima. Brava
  • loretta margherita citarei il 26/05/2009 15:45
    bella discrizione piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0