accedi   |   crea nuovo account

Alga

Idiomatico
era necessario
aspettarti
nella calura ferrosa
e rovente

Dispensarti come briciola
negarti
come ombra
alla luce

E sono stanca
dell’elemosina
stanca
della polvere
stanca dell’asma mentale
stanca
degli
incroci

Sprovveduta
spasmodica
greca
celluloide
sono io
quel cuore
malato
invasato
collassato

Sono pronti
i bagagli

Voglio l’innesto
pratico
tra le scapole
metaforiche
e rigettarmi
come cenere
cremata
traslucida
nella materia prima
che mi rigurgitò
dal sale
banale
nell’invenzione
di viscere
dal desiderio
d’immortale

Non sognerò
m’incarno

Esco dall’acqua
interamente
e sola mi brucio
di buchi neri
nera
alga

 

0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • laura cuppone il 25/12/2013 11:47
    Grazie! Auguri!
  • sira il 22/12/2013 21:53
    "Stanca dell'asma mentale" Brava!!!
  • Donato Delfin8 il 27/05/2009 23:57
    piaciuta
  • laura cuppone il 27/05/2009 18:45
    ringrazio emy, loretta, sal, marcello e augusto
    per i commenti
    graditissimi.


    Laura
  • augusto villa il 27/05/2009 11:40
    Una gran bella metafora...
    Ti adoro, Laura!!!... Bravissima!!!
  • Anonimo il 27/05/2009 00:12
    cinque stelle per una lirica che attraverso la descrizione di un'alga contempla in modo esemplare la mistica unione tra arte e libertà
  • Anonimo il 26/05/2009 22:45
    Laura che descrizione, di te posso dire... sei bravissima... è un piacere leggerti. un bacio Salva
  • loretta margherita citarei il 26/05/2009 21:07
    bella poesia scitta bene 5 stelle
  • Anonimo il 26/05/2009 20:49
    Mirabili versi, intensi ma molto complessi.. preziosi per il loro significato profondo..
    Compliment!.. Emy

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0