PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

valorosofrailpopolo

Sulla strada ho strappato un geranio
rosa puntellato di rosso
striato di rosa.
Siamo la nuova stirpe.
Parliamo di lussuria
ininterrottamente,
ma
un nuovo codice il nostro segno.
Odoriamo al veleno.
Negli occhi un velo di Kohl
e il seme che non darà vita.
Ah, se fosse il tuo cuore!
Lo pianterei nel mio cuore
in campi di per talea.

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Lucia Zarantonello il 01/06/2009 15:45
    Sopra i cavalli emergeva una nuvola bianca, fatta a cerchio, e in quella nuvola Kohlhaas, vedeva tutto il mondo, vedeva il cerchio del suo cuore, e al centro del cerchio del suo cuore c'era lui, e lui era al centro del cerchio dei suoi cavalli, non c'era niente da togliere e niente da aggiungere!

    Stupenda la tua poesia, dentro il tuo cuore, un altro cuore fiorito!
    Grazie!
  • Fiscanto. il 01/06/2009 13:22
    Il male di vivere... bello!
  • Anonimo il 01/06/2009 12:03
    piaciuta molto... da rileggere...
  • Anonimo il 01/06/2009 12:02
    piaciuta molto... da rileggere...
  • Anonimo il 30/05/2009 00:45
    poichè trovo questa poesia geniale nell'esprimere la drammaticità del grido interiore dell'uomo l'ho riletta più volte e mi sono accorto di modifiche rispetto all'originale... e devo farti i complimenti perchè ... l'immagine della rosa il cui colore da rosso sfuma ad un rosa pallido... strappata... non fa che aumentare il pathos...
    la rosa, simbolo di una bellezza fragile, senza colpa subisce l'onta di essere recisa...
    è come se tu avessi con un gran colpo di teatro ribadito l'atmosfera del tuo continuo duello con te stesso
  • Anonimo il 27/05/2009 23:53
    bello lo stile libero e poco convenzionale, l'immagine del geranio strappato emblematica... come se inconsapevolmente tu avessi strappato forse con rabbia una parte importante del tuo animo... il finale un colpo di teatro... una traspozione di un cuore... come il voler evocare un vincolo indissolubile... se fosse possibile ciò, il mondo... l'uomo si eviterebbe certe domande e certi comportamenti perchè avrebbe finalmente fatto pace con sè stesso...
  • loretta margherita citarei il 27/05/2009 16:44
    piaciuta, nuova generazione
  • Donato Delfin8 il 27/05/2009 15:57
    piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0