accedi   |   crea nuovo account

tempi moderni della politica

Papi-zio
al mio compleanno è venuto,
papi-zio,
un collier mi ha donato,
papi-zio
è un uomo importante,
lui è presidente.
Mia cara minorenne,
papi-zio
è un serpente,
che seduce ed ammalia,
sputa il suo veleno,
colpisce la povera gente.
Italia di veline
e carta pesta,
servi di partito
e concupiscenze,
storia non storia
di una grande nazione,
senza più libera espressione,
ed una opposizione
nulla facente, tace e consente.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Donato Delfin8 il 28/05/2009 09:37
    bravissima
  • Vincenzo Capitanucci il 28/05/2009 08:22
    Concupiscenze... Bravissima Lory... l'opposizione... ha sempre avuto le mani incatenate... da zio Sam...

    oggi... non esiste più... nel mondo... mono... dei quattro... intoccabili...
  • Fabio Mancini il 28/05/2009 07:41
    Viviamo in una mignottocrazia, cara Loretta. Bella e condivisa. Fabio.
  • Rik Forsenna il 27/05/2009 23:54
    brava Loretta!!!
  • Anonimo il 27/05/2009 23:25
    tristemente giocosa... io fuggo l'ipocrisia e chiudo gli occhi davanti all'appartenenza... mi rifugio in silenzio nella mia arcadia dove il nulla si ricongiunge al tutto
  • laura cuppone il 27/05/2009 22:59

    sputnik...

    ciao Lorella.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0