accedi   |   crea nuovo account

Al dipanar della bruma

L’amor che mi possiede
non ha carne o affetti cari,
ma i versi che tu sai.
Io che non t’inganno,
mi addolora il sospetto,
d’essere preso per mentecatto.
Della poesia, tu sei la rosa,
la tua voce disperde la bruma,
senza menar ferite, il tempo avanza.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

11 commenti:

  • Donato Delfin8 il 29/05/2009 20:17
    bella
  • Anna G. Mormina il 28/05/2009 21:03
    ... si, il tempo avanza ma dentro, siamo eterni bambini... bella!
  • Anonimo il 28/05/2009 17:35
    finalmente un linguaggio ricercato e meno banale dei soliti letti fino qui. la sento affine. bravo.
  • Cinzia Gargiulo il 28/05/2009 15:43
    Dolcissima poesia!... Ma perchè temi di passar per "mentecatto"?
    All'amicizia!!...
    Un abbraccio...
  • loretta margherita citarei il 28/05/2009 14:31
    signor mancini, lei strabilia per la sua dolcezza, bella
  • Anonimo il 28/05/2009 14:26
    .. sta tutto qua dentro Fabio '' TU SEI LA ROSA DELLA POESIA ''
    molto bella
    Aurora
  • cesare righi il 28/05/2009 14:22
    molto piaciuta, cia sig. Fabio
  • Anonimo il 28/05/2009 13:52
    bella quell'atmosfera di poesia misura di tutte le cose... poesia come pathos delle molteplici emozioni umane
  • Ugo Mastrogiovanni il 28/05/2009 13:24
    ... Della poesia, tu sei la rosa... è quel che dire!
  • Anonimo il 28/05/2009 11:02
    Notevole.
  • laura cuppone il 28/05/2009 10:55
    "quel che amo é amore
    e quel che scrivo
    il suo
    nome?"

    potrebbe compensarti
    questo
    ma ti basta?

    forse si, la poesia basta...

    bella!

    Laura

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0