accedi   |   crea nuovo account

E così fuori è silenzio

Sera tiepida,
Il primo caldo mi è dolce
Sulla pelle appena profumata.
Lo guardo mentre guida,
Così sicuro e bello
Del suo desiderio giovane e ricambiato.

Ed appare la nostra stradina,
Piccolo e dissestato ingresso
Tra le foglie
Del nostro paradiso privato,
Verso due corpi pronti a confondersi.

Finalmente le sue mani,
Le nostre bocche
E poi ancora le sue mani,
Un fruscio leggero,
Un fruscio più forte
Ed ecco altre mani
E in un lampo dov'è lui?
...
Grida zittite e troppe mani
Che mi tengono chiusa la bocca
Che mi tengono aperte le gambe,
Quanta puzza, troppe TROPPE mani
Dove sono? chi sono?

CHI SONO?
Sporca e lurida in quest'ospedale,
Come laverò la memoria?
Tocco il simbolo ferito e dolorante
Della mia femminilità,
Lo maledico,
Lo vorrei strappare.
Cosa sono ormai?
Vedo la finestra aperta
Ma manca la forza per seguire il pensiero
E allora lascio che si perdano
Tutti i sensi
In un oblio dove il mondo non esiste!
Così fuori è silenzio.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

12 commenti:

  • augusta il 28/12/2011 16:13
    come laverò la memoria...
  • Anonimo il 26/08/2009 10:37
    ... che dire, mi mancano le parole!
    Complimenti, ... Silenzio!
    il Pirata
  • Francesca Cozzolino il 28/07/2009 11:33
    una poesia veramente toccante e che penso esprima al meglio quel che si prova in certe situazioni!
  • Dolce Sorriso il 02/07/2009 17:07
    sono rimasta senza parole
    profonda poesia
    ciao
  • mario conforti il 04/06/2009 11:50
    bella poesia molto drammatica e cruda
  • sergio nocera il 01/06/2009 15:34
    bella poesia. espone mirabilmente la miseria della società d'oggi che vede nel consumo e nella sopraffazione dell'altro l'obbiettivo dell'accaparramento e nello specifico alla violenza sulla donna ritenuta da queste bestie oggetto di trastullo.
  • Cinzia Gargiulo il 30/05/2009 10:37
    Poesia molto forte che tocca profondamente l'anima di ogni donna.
    Bravissimo!
    Un abbraccio...
  • marcella vitelli il 29/05/2009 09:09
    Bravissimo. Molto bella e forte.
  • loretta margherita citarei il 29/05/2009 05:25
    dramma di molte donne, episodi che purtroppo si ripetono frequentemente, dignità di donna violata, stupenda, bravo
  • K. Lear il 29/05/2009 00:16
    Molto bella!! Complimenti!
  • Aedo il 28/05/2009 23:59
    Una poesia bellissima, per tanti versi lacerante, profonda: in un'identità trasversale la protagonista della tua composizione immerge la propria interiorità in una combinazione di passione, introspezione, solitudine. Complimenti!
    Ignazio
  • Anonimo il 28/05/2009 23:58
    forte... bellissima!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0