PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

signora la vita

lentamente, con esattezza, gas!
volava nella camera stanca,
non toccando gli occhi,
quelli che voi poco probabile ricorderete.
ballava stortamente il polso,
i pensieri sembravano nudi,
dalla pistola la tristezza
puntava dirittamente nella testa,
le righe cadevano giù,
dalle mie labbra agitate,
io sceglievo la morte
stando sul davanzale,
nella ora assonnata di mattina,
nella ora quando tutto si è sciolto,
mi sono innamorata di LEI,
SIGNORA LA VITA

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • alberto accorsi il 12/01/2012 16:24
    non capisco di cosa parla la poesia
  • AlfaNora Nora il 13/11/2010 09:20
    Dedicato a Marina Tsvetaeva, sublime canzone di Zemfira... bella traduzione, brava!!
  • Giuseppe Bellanca il 06/06/2009 13:05
    Quando tutto sembra finito, impossibile da raggiungere ecco che nella mente scatta sempre qualcosa che ti fa scegliere la vita... piaciuta...
  • Donato Delfin8 il 04/06/2009 08:35
    piaciuta
  • Felice Serino il 30/05/2009 12:10
    molto bella... amore per la vita!...
    ciao
  • Vincenzo Capitanucci il 30/05/2009 07:17
    Una gran Signora... storge i polsi... balla nuda... come non innamorarsi... di Lei...

    bravissima...
  • loretta margherita citarei il 30/05/2009 05:56
    bravissima, la disperazione porta al desiderio della vita piaciuta molto 5 stelle
  • Adamo Musella il 29/05/2009 23:52
    Un desiderio... che il mondo intero viva la stessa storia... che brava che sei cara Tais baci

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0