PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

vanish

Socchiudo la porta, mentre piove a dirotto
i vasi traboccano
la gente si accalca sotto le pensiline
si inseguono nervosi ed isterici ombrelli.. si scontrano
centinaia di gocce schizzano contro le auto, si uniscono in amplessi impetuosi
giacciono esauste a terra
…dopo…
in comode pozze, tra morbidi abbracci…
Mi specchio nell’acqua, cercandoti dentro
galleggiano morte, parole bugiarde
esanimi, illusorie promesse
cadaveri, i tuoi falsi sorrisi.
Inatteso, silente, il sole si erge
tu, provi vergogna
…e...
vestita d’un velo di pioggia svanisci
inconsistente evapori…

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Angela Maria Tiberi il 02/09/2007 21:23
    Tutto svanisce quando l'amore finisce. Sembra di vivere un giorn di pioggia.
  • Gas Disaster il 02/11/2006 18:03
  • Adriano Di Carlo il 29/09/2006 13:56
    gli ultimi 10 versi sono i più intensi. ho letto che nelle tue poesie descrivi la tua situazione estraendoti da te stesso. cm se stessi lì, ma osservassi dall'alto. e più scrivi + t riavvicini. e più la poesia mette paura per la sua intensità. ciao, dimmi se sbaglio. t metto 9. cryback
  • Elena il 18/09/2006 11:25
    Acqua e malinconia si abbracciano nell'inchiostro della tua penna e il suono è davvero grazioso
  • Argeta Brozi il 29/08/2006 15:36
    Sono belli solo gli ultimi 8 versi, il resto l'avrei tolto.
  • Maty' Sessa il 09/08/2006 06:08
    Grazie di cuore per le tue belle parole, mi piace la tua poesia
    fa capire e descrive benissimo il tuo stato d'animo in quel momento. Bravo!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0