accedi   |   crea nuovo account

Un verso dentro di noi

Mentre andavo
dalla mia Dottoressa
raccoglievo le feci
dal viale di casa mia

Cani d’extracomunitari
penserete
no erano soltanto le mie
ve lo dico senza arrossire

adesso avendo
ripulito il cammino
ho allontanato il becchino
dal sentiero della vita mia

posso Ora addormentarmi tranquillo
l’auto-strada è libera dal furto di estranei pedaggi

da sporchi nauseanti pestaggi
per eventuali Ospitali Ospiti

risvegliandomi immediatamente
con Te

nei nostri meravigliosi occhi sognanti
del nostro immenso giardino

seduti mano nella mano sul molo
del nostro porto d’Amore

gambe nude penzolanti sul vuoto

d’un mare azzurro luccicante
in un cielo pieno di stelle d’oro

quasi una offerta in un dono d’esca

in questa divina escatologica luce
guardiamo sorridendo
oltrepassando
l’infinito dell’orizzonte

in una dolce infuocata brezza
il Sole universo
corre
scorre

Verso dentro di noi

in eterno Amore

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Anonimo il 13/03/2010 18:34
    bella e ben costruita, Complimenti
  • Donato Delfin8 il 04/06/2009 10:41
    bravo Vincè
  • CLAUDIO CISCO il 02/06/2009 10:02
    poco poetica!
  • Anna G. Mormina il 02/06/2009 09:46
    ... facciamo cose di cui ci pentiamo... un colpo di spugna, olio di 'gomito' (voglia di cambiare davvero, di dare una svolta decisiva alla nosta vita), e sembra che le cose vadano meglio... ci si risveglia con l'Amore della nostra vita,... è al nostro fianco... tutto diventa più bello e, per noi, è la cosa più importante!... piaciutissima, bravo Vincenzo!
  • loretta margherita citarei il 01/06/2009 22:42
    bellissima capitano

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0