accedi   |   crea nuovo account

Viaggio

Leggere parti di libri, fermarsi prima del secondo
passavano le giornate e le notti bruciavano
con la luna calda che sorrideva
senza scomporsi
e senza dare alternative valide.
Ma come succede nelle grandi occasioni
qualcosa si scoprì
e tutti furono contenti del tesoro del pirata
un po' meno dell'isola così lontana.

I rami non ballavano più al tempo del vento
perché aveva fatto le valige ed era scappato
e le orbite dei passanti cercavano
un pezzo di coscia nudo in ogni donzella

Tristi momenti passati con chi meno ti aspettavi
e tutto quanto tornava con l'aria di chi aveva perso.
La porta di casa mi ha sorriso
contenta di tenermi un po' dentro di sè

Ma il viaggio è ancora lungo e impervio, pieno di ostacoli,
passione, merda e cibo in scatola,
alcol duro, schifoso per la qualita'
il pensiero crolla ogni mattina e si risveglia più affamato
ogni pomeriggio

I passi che colorano il tragitto
sono spenti dalla stanchezza di ogni istante
passato a sfiorare ciò che ricorda
qualcosa svanito.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Anonimo il 03/06/2009 13:55
    la vita è un viaggio che parte da un porto sicuro... il ricordo di chi eri quando eri felice... una strada in salita... dove ti fanno compagnia i fantasmi dei tuoi fallimenti,
    dove devi scansare le carogne di amici che non erano amici, e lungo questa strada
    procedi lento verso sogni che sai benissimo che mai prenderanno forma... la tua testa, il tuo cuore sono narcotizzati da quel fetore che ti circonda

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0