accedi   |   crea nuovo account

Non mi rimane che essere vento

Non sono di questi luoghi
come la bora
del garbino ho i capricci.
A volte sono
la brezza pomeridiana di sud-est
fosco il mattino
spiro da nord-ovest
e non temo di abbassarmi
e lavare di sale
la faccia delle nuvole
con le barche che mi passano accanto
misero boccone.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • ciro la ferola il 28/07/2011 10:47
    mette addosso tanta voglia di viaggiare... leggeri nell'aria che sospira, bella atmosfera.
  • Diego Forconi il 08/10/2010 23:15
    grazie
  • Marta Niero il 18/06/2009 09:35
    flessuoso e mutevole come il vento
    in ricerca d'un centro d'interiore spirale
    per conoscersi.
    molto piaciuta diego
    ciao
    M

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0