PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Grano e sale

Le note
girano
scivolano
planano

Viaggio
elisir
di eterna giovinezza
specchio
incantevole
brama

Sono in piedi
tra me
e il tramonto

Non c’è niente per me?
Alla fine sarò
libera?

Barche
issate vele
grano e sale

Ho risparmiato
il dentro
su panchine
da demolire
e sono sola
nelle notti affollate
e sorrido
al pensiero
del come
del cosa
del Cosmo tra le dita
trasparente e
inodore…

Non c’era niente per me?
In principio ero
libera?


Conturbante questa chitarra
come sospiro…

Ho sentito il tuo fiato
su di me
ieri
la timbrica
modulazione dell’anima
attraversare anni luce
per baciarmi
gli occhi

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

13 commenti:

  • laura cuppone il 09/06/2009 17:40
    Grazie cristian...
    sono commossa.

    Laura
  • laura cuppone il 09/06/2009 17:39
    grazie Donato.

    Laura
  • Cristian Alicchio il 09/06/2009 16:21
    affascinante come il profumo di piscina a ferragosto
  • Donato Delfin8 il 07/06/2009 20:10
    molto bella
  • laura cuppone il 05/06/2009 00:18
    si si anch'io!!!

    a domani
    oggi.. ormai.

    Lau
  • Dolce Sorriso il 04/06/2009 09:56
    sei meravigliosa fatina
    si si tvb
    Anna
  • laura cuppone il 04/06/2009 07:42
    i vostri commenti mi donano gioia.
    grazie a tutti amici.

    Laura
  • Marcelllo Barbuscio il 03/06/2009 15:24
    Perooooo!! Complimenti... Marcello
  • Anonimo il 03/06/2009 12:59
    Unica, irripetibile... estasiante! Bravissima!
  • loretta margherita citarei il 03/06/2009 07:21
    sei al top, amica mia, bravissima
  • Anonimo il 03/06/2009 00:10
    Bellissima tesoro
    poi con quel finale!
    io adoro che mi si bacino gli occhi e amo baciarli e accarezzarli.
    Bravissima
    ciao tesoro
    Angelica
  • Fabio Mancini il 02/06/2009 23:52
    Attraverso la scrittura e la forza del tuo pensiero, modelli te stessa come le dune nel deserto. Ora sei sabbia, poi vento, acqua cristallina, terra, ferro. Sei il tutto ed il niente, sei parola e silenzio, sguardo e assenza. Chi trova te, trova il tesoro dell'esistenza. Chi legge i tuoi scritti, arriva alla verità. Ciao, Fabio.
  • augusto villa il 02/06/2009 23:19
    ..."Sono in piedi... fra me e il tramonto"...
    Cavoli Lauraaaa!!!... Bravissima!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0