PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

[Senza titolo]

Quanti i passi
da sollevare,
e i massi,
fino al tuo paradiso?
ti farò godere
fino all'annullamento,
tutto parte dal centro,
dove mi sento vivo,
dove non mento
di essere sempre
al vertice.
Quanti i passi,
dimmi
i massi,
fino al tuo paradiso?

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • michela bortolotti il 03/06/2009 11:40
    carina
  • Vincenzo Capitanucci il 03/06/2009 07:57
    Si-si-fo... ecce homo...

    Piaciuta moltissimo... Len Len... essere sempre al vertice...
  • loretta margherita citarei il 03/06/2009 06:52
    passi e massi, ma la fede sgretola i massi piaciuta
  • Anonimo il 02/06/2009 23:21
    un'altra verità racchiusa in una poesia che ti toglie il fiato... un viaggio dove tempo e spazio si annullano nei passi che l'animo umano compie per giungere verso il suo Paradiso un luogo in cui può finalmente farsi valere e avere diritto ad esistere... ma la strada è tortuosa... massi pesanti e grevi da spostare... ipocrisia e pregiudizi da vincere in una realtà che ti soffoca e snatura la tua essenza... Una lettura che ti fa riflettere e compiere un viaggio in te stesso. Grazie

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0