PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Gesso

Consegnate all'oblio
le anime sperdute
affrontano rapacità e inettitudine
bevono
mangiano
sorsi e briciole
di buonsenso
e di quello
dell'orientamento

Perduto é il sentiero
dispersa la voce
ladro questo sentore
brivido gelido il rumore
come di roditore
nella testa
e nel cuore


La scossa sarà avvertita
dalle creature semplici
prima ancora che da quelle
col passatempo
dell'abbattimento
di colonne

Io ho perso la ragione
-maledetta imbecille-
ed ora oso ancora chiedermi
perchè son fatta di gesso
e muovo
i piedi
e lacrimo
dagli occhi...

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

11 commenti:

  • La Gala il 11/06/2009 13:56
    molto bella complimenti
  • Donato Delfin8 il 09/06/2009 11:29
    piaciuta
  • laura cuppone il 05/06/2009 18:18
    dolce...

    la diversità...

    si..
    BINGO!!!

    ti adoro
    Lau
  • laura cuppone il 05/06/2009 18:18
    grazie loretta!!!!!

    laura
  • Dolce Sorriso il 05/06/2009 17:15
    se questa è la diversità
    evvivaaaaa
    smack
  • loretta margherita citarei il 05/06/2009 15:59
    sei forte, brava
  • augusto villa il 05/06/2009 15:32
    ... ma va?...
    un bacio
  • laura cuppone il 05/06/2009 13:29
    nutrire i sorci...
    la tua "ingenuità" mi disorienta...
    ma d'altronde se la poesia lasciasse davvero il "sentore" giusto...

    io sono la vittima e il carnefice
    il roditore e la cosa rosa (non erosa)..
    quindi la testa e il cuore... non fanno più differenza...
    così dev'essere
    e così sia.

    Laura
  • augusto villa il 05/06/2009 11:51
    La poesia è molto bella... e lascia che il sentore arrivi dritto a destinazione di chi legge... In quanto ai sorci... attenzione!... o li si nutre... anche con poco...(s'accontentano di briciole... quelle che butti!)... altrimenti di ritroverai con il cuore eroso... Poi... passano alla testa... Ma è solo cio' che penso... e non è detto che sia giusto.
    Un abbraccio.
  • laura cuppone il 05/06/2009 00:17
    È diventato
    il nostro
    passatempo preferito
    discorrere
    e cibarci
    della nostra... complicata.. elementare essenza...

    le statue non parlano
    più...
    ma hanno anima
    e respirano...

    loro malgrado...

    ti adoro

    Laura
  • Anonimo il 04/06/2009 22:46
    Tesoro meglio essere fatta di gesso che di pietra.
    Sai come la penso, meglio essere considerate stupide, diverse, strane
    ma avere il coraggio per lottare e urlare il proprio pensiero, anche a costo di lacrimare o addirittura sanguinare...
    Sei sempre bravissima dolce sorella
    ciao
    TVB
    Angelica

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0