PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Ad un passante notturno

Questa poesia è per Te
a tutte le porte schiuse

anche le chiese dormono
raggomitolate sui loro dogmatici rubabili tesori

temporali

incontrati dai tuoi passi solitari nella notte
in un eco vuoto di loro stessi

stanchi erranti allucinati
ancora e sempre sognanti

nella luce fredda delle stelle
cosi lontane e vicine

brucianti
ululanti

nel tuo infinito Cuore

mai fermo
in battiti di riposo

i miei occhi vigili amichevolmente ti accompagnano fra le insidiose tenebre e le luci

dell’insonnia

su quella linea di confine
esile fragile immensa

quasi inesistente
fra la spietata vita e la gioiosa morte

quanta poesia c’è in Te
Passante notturno

al tuo timido incerto passaggio
si sciolgono in lacrime
le ghiacciate vene nere della notte

chissà se l’irrealtà del giorno sa ancora dell’esistenza dei Poeti!!!!

 

1
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • Donato Delfin8 il 09/06/2009 12:28
    molto bella
  • Aldo Occhipinti il 06/06/2009 15:50
    ti invito alla mia "nelle ore silenti"
  • Aldo Occhipinti il 06/06/2009 15:47
    oh, Vincenzo quanto mi sei piaciuto in questa tua ode notturna, come nn mai. stanchi erranti allucinati ancora e sempre sognanti, vaghiamo nella notte - passanti - persi in noi e nel tutto. Quando anche le chiese dormono, assopite sui loro tesori d'uomini e secoli, l'incerto passo del viandante perso in se e nel tutto avanza su quella fragile immensa linea di confine tra l'esserci o il viverci e il morire, tra il sogno e la realtà, felicemente ingannati aggrovighiati in distese di tristezza. No, sole, no!! tu non puoi nel tuo irreale essere reale considerare il passo notturno d'un poeta.
  • Anonimo il 06/06/2009 14:47
    Vincenzo, "questa poesia e' per te"!
  • Anonimo il 06/06/2009 11:10
    un passante notturno tra oscurita e luci e tra l eco dei sui passi solitari mi viene in mente la scena veramente bella
  • Anna G. Mormina il 05/06/2009 16:40
    ... il poeta, passante notturno, lascia una scia profumata di poesia... impossibile che qualcuno non se se accorga... che meraviglia!!!!
  • Anonimo il 05/06/2009 14:52
    bellissima
  • loretta margherita citarei il 05/06/2009 14:47
    splendita, ma non siamo anche noi poeti passanti notturni?
  • Anonimo il 05/06/2009 12:26
    .. e' splendida vincenzo.. su quella linea di confine.. fra la spietata vita e
    la gioiosa morte.. ti tuoi occhi mi accompagnano.. la faccio mia
    Aurora

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0