PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Cosa mi rende sospeso

Cosa mi rende sospeso
vicino e lontano a questa rana
che ha polmoni destinati a scomparire
per metastasi di catrame?
Forse è la nebbia alle labbra del colle
che rende gli uomini nudi e bucati
il serpente di pub e ristoranti
il dito del porto che rilascia penne
e traccia parole sul foglio del mare
questo posto antichissimo salato di vento
i laghi di porfido in cui tutti s'immergono
sperando che i cerchi convergano
e gli alberi orlati di neve
a cui ogni giorno è una morte rinnovata
che fanno di me l'estraneo
di questa terra, l'unico vero indigeno.

 

3
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Diego Forconi il 08/10/2010 23:14
    GRAZIE
  • Anonimo il 10/06/2009 00:09
    bella poesia, intensa

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0