PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Ho l'età

ho l'età
in cui, a volte, le signorine mi lasciano il posto sull'autobus
o sul metrò,
io le guardo, compiaciuto di tanta gentilezza, non accetto ma
son contento del loro sorriso
e sono tranquillo.

ho l'età
in cui, a volte, mi sveglio sorridendo
o ridendo
dopo aver sognato di un gatto che gioca, o di un bimbo,
o di mia moglie che finisce per gioco per sedersi in una bacinella d’acqua.
e sono tranquillo.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • Giovanna Faccendi il 21/02/2008 22:36
    Da come la descrivi è veramente una bella età
  • Adriano Di Carlo il 24/04/2007 11:23
    si, è proprio autoironica. ciao
  • Giovanni Di Girolamo il 12/09/2006 17:51
    Spett. le Sig. re Accorsi,
    se le signorine le lasciano il posto già a 50 anni, siamo messi maluccio!
    Comunque carino e godibile il finale.
    Baci
    Giovanni
  • Ivan Iurato il 09/09/2006 18:31
    C'e' difficoltà nel vivere la propria senilità, forse perchè io sono ancora abbastanza giovane e sciocco da non preoccuparmene, ma non riesco a capire tale avvilimento.
    Eppure in molti decantano lodi inattaccabili alla cosidetta "terza età"
  • vito ferro il 22/08/2006 16:27
    mi piace.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0