accedi   |   crea nuovo account

Il viaggio

Vivido mi vidi del reale far scempio,
seduto s'utopia piacente, nel tempio del tempo
e col volto vòlto oltre tremuli orizzonti
avvolgermi in volte di vissuti distanti.

L'involvere di ere nel cadere dei giorni
fanciullo stempiato arrivaron a farmi;
pieghe tra carni, estinti i denti,
e l'infinita durata d'insigni istanti.

Limpido e denso, all'ora mi porta
il lago che pago m'assorbe e trasporta
d'ammorbanti turbe pian piano lontano,
mentre tra l'acque quest'esser sciamo.

 

0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • Chirio Giocoliere del Verbo il 16/03/2010 21:29
    quando l'ho scritta neanche mi piaceva.
  • Anonimo il 01/02/2010 01:44
    ha ritmo, scivola come un panno di seta a scoprire un arazzo, bella
  • Chirio Giocoliere del Verbo il 29/07/2009 18:24
    in effetti questa credo sia quella venuta meglio. delirio è il termine che uso per descrivere i miei scritti non regolati non sentendomi all'altezza di un poeta e quindi di dargli nome "poesia".
    questa parla di quando si affoga, si dice che si rivede tutta la propria vita (cosa che mi è stata smentita ultimamente).
    a questo punto devo ribadire, sei anche su netlog? se non ci sei iscriviti, è un consiglio...
  • Anonimo il 28/07/2009 21:55
    La lirica rivela un talento nel riuscire a giocare con le parole.. La musicalità dell'opera è strettamente legata all'uso di rime, allitterazioni, assonanze e consonanze. Le immagini forti, originali e mai banali rivelano una sensibilità particolare che, tra il "delirio" del cader dei giorni e lo scorrere del lago della vita, crea versi encomiabili come questi.
    I miei complimenti
  • Chirio Giocoliere del Verbo il 15/06/2009 22:41
    grazie a tutti, molto gentili...

    per floriana:
    uso poco questo sito e non ho mai crediti a sufficienza, ho scritto diverse altre cose tra cui una fanfola ( o lonfa) molto carina che qui non mi farebbero mai passare.
    piacere di vedere che però non mi hai dimenticato.
  • Anonimo il 12/06/2009 07:58
    ehiii... bentornato
    bella poesia!!!!
  • loretta margherita citarei il 11/06/2009 18:48
    scritta molto bene 5 stelle
  • cesare righi il 11/06/2009 17:42
    bella, poesia! Complimenti
  • Anonimo il 11/06/2009 17:25
    bellissima 5 stelle

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0