PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Sovente alla sera

La strada era deserta,
i colori stavano abbandonando
il quadro che mi si dipingeva davanti,
lasciando il gioco di contrasto
che si crea sovente alla sera,
tra il nero cielo
e la lattea luna.

Era un camminare..
di chi non sa dove andare,
ad un tratto un bivio
grigio, stanco
e talmente confuso,
che neanche lui sapeva
che strada pigliare,
mi fece fermare.

Una sagoma dal buio,
quasi danzasse,
avanzava lentamente
al ritmo dei battiti
del mio cuore,
la strada giusta indicava
con le sue sincere mani.

Grandi occhi i miei,
avevan visto adesso
bellezza mai esistita,
restaron li stupiti,
impietriti a guardare.


Il suo viso era di perla,
i colori stavano abbandonando
il quadro che mi si dipinse davanti,
lasciando il gioco di contrasto
che si creò quella sera,
tra i suoi capei neri
e la sua lattea pelle.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0