accedi   |   crea nuovo account

Carla la mucca Gastone il pulcino

Una volta
Ti chiamavi Carla

Il tuo nome
era scritto nella stalla

per la famiglia
eri una ricca stella

di una via lattea
in prosperità d’Amore
eri il centro
vedevi crescere i loro figli
allietavi la vita
scaldavi i cuori
ed i corpi

Oggi non sei niente
solo 60 litri di latte
al giorno

dopo due anni
di questo stress

non dai più un goccio
di latte

le tue carni avvelenate
vendo e abbatto

Gastone il pulcino
vive un mese
ed è già pollo

sulle nostre fiere e degne tavole

passa il rombo di una ferrari
rossa di zecca

falciandoci tutti

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Donato Delfin8 il 16/06/2009 23:46
    piaciuta Vincè.
  • Anna G. Mormina il 12/06/2009 17:31
    ... un amico ha una piccola fattoria con poche mucche, ereditata dal padree... i suoi due bimbi han dato davvero dei nomi a quegli animali, e ci si sono affezionati... ora però, quella famiglia, non riesce a mantenerle, il lavoro è molto per ottenere un prodotto sano, ma non riesce a guadagnare tanto da poter andare avanti... è "schiacciato" dalle società che utilizzano macchinare e mangimi all'avanguardia... dovrà venderle... molto bella e quanto deve far riflettere!!!
  • cesare righi il 12/06/2009 16:38
    superlativa, la prendo e la giro a Carla una mia amica, non vacca...
    Carla e Gastone le due stele della costellazione del Toro
  • Fiscanto. il 12/06/2009 15:24
    Già... purtroppo è così.
  • loretta margherita citarei il 12/06/2009 14:18
    satira sottile piaciuta
  • Anonimo il 12/06/2009 10:31
    una favola moderna dal cupo risvolto

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0