PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

la soffitta del dolore

Mi ricordo assemblamenti di facili sorrisi,
di mani intrecciate,
di urla e di severi rimproveri,
di inaspettate reazioni
e di dolori,
con un sol gesto rievoco situazioni
che hanno cambiato il corso della vita,
pronuncio frasi, eseguo ordini
che hanno spezzato l'equilibrio
di metaforiche, desiderate gioie,
riconosco errori ormai radicati nel profondo
difficili da correggere,
minuziosamente catalogati
per gravita' e opportunismo.
Impaurito cerco il silenzio
di questa soffitta,
cerco un silenzio
che da tempo ho scordato:
quello dell'imbarazzo,
quello saggio,
quello che ferisce
quello che e' per sempre.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Cinzia Gargiulo il 15/06/2009 15:47
    Talvolta il silenzio diventa veramente un'esigenza fortissima per il nostro essere.
    Bravo!
    Ciao...
  • loretta margherita citarei il 15/06/2009 14:30
    trovare il silenzio per riflettere piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0