username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Orizzonte

Mi copriva come un sudario
un disperato senso di solitudine,
bagliori di sguardi
tinti da nero lucido,
fotografico,
mentre come velo da sposa
una nube adombrava
il volto della luna,
nascondendo,
ancora una volta
il mio tranquillo mare
della speranza.

È stato un vento umido,
di lacrime,
a spingermi nell’unica oasi,
come stordito
da quella improvvisa bellezza,
ubriaco di cielo degli occhi
riemergevo dallo Stige,
aggrappandomi all’angelo
con ali di carta,
dove disegnare sogni
esplosi in mille colori.

Un sogno
mi ha svegliato dal crepuscolo,
sfiorando l’aria del tuo respiro,
imbottigliandola
per farla invecchiare,
sorseggiandola poi
lentamente,
all’ombra della luna,
l’azzurro dei tuoi occhi
è il mio mare della tranquillità.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

19 commenti:

  • Anonimo il 07/09/2010 14:58
    Oh, finalmente una poesia! E pure bella! Dopo tanto nuotare in un mare di nullità mi sono imbattuto in una poesia. Era ora! Complimenti.
  • Sarah K. il 03/11/2009 11:46
    Mi piace!!!
  • Anonimo il 20/10/2009 00:02
    Bellissime parole
  • Maria Lupo il 30/08/2009 19:37
    L'ho riletta e la trovo ancora più bella. La mia condizione attuale è quella della prima strofa. Non riesco a vedere l'oasi nemmeno con l'immaginazione.
  • Maria Lupo il 30/08/2009 19:37
    L'ho riletta e la trovo ancora più bella. La mia condizione attuale è quella della prima strofa. Non riesco a vedere l'oasi nemmeno con l'immaginazione.
  • M. Vittoria De Nuccio il 30/08/2009 16:39
    Molto bella... sfiorando l’aria del tuo respiro, imbottigliandola... è il mio mare della tranquillità. Bravo.
  • Ugo Mastrogiovanni il 12/07/2009 17:48
    II vate, una speciale qualità di poeta che non è appagato a manifestare le sue impressioni nascoste, ma anche quelle sognate: certezza e fiducia, dolcezza e amore, pianto e riso, animato da forte spirito etico, questo è Michelangelo Cervellera.
  • Marta Niero il 05/07/2009 18:06
    la rileggo con piacere... e mi riavvolgo del tuo sentire che oggi è anche il mio
    un bacio
  • Ivan Bui il 30/06/2009 11:37
    Bellissimi versi. Bravissimo.
  • Maria Lupo il 20/06/2009 21:17
    che bella, come mai mi era sfuggita?
  • Marcelllo Barbuscio il 19/06/2009 12:32
    Come Marta... avvolgente. Ciao Marcello
  • Marta Niero il 18/06/2009 09:42
    avvolgente...
    le tue parole accompagnano lungo il tuo viaggio, provando il tuo sentire fino al rassicurante porto raggiunto.
    baci infiniti
  • augusto villa il 17/06/2009 10:59
    Mi piace il tuo modo di poetare...
    Bellissima poesia... Grande Miche!!!
  • Dolce Sorriso il 16/06/2009 22:30
    braxo Michi,
    è bello perdersi nelle tue poesie
    grazie
    Anna
  • Vincenzo Capitanucci il 16/06/2009 08:31
    Bellissima Michelangelo... alla fine nel cervello c'era... un mare di tranquillità...

    era l'azzurro... dei tuoi occhi...
  • loretta margherita citarei il 16/06/2009 06:45
    bella 5 stelle
  • Anonimo il 16/06/2009 00:32
    piaciuta
  • Cinzia Gargiulo il 16/06/2009 00:22
    Diventi sempre più bravo Michelangelo!... Stupenda!
    Baci...
  • Adamo Musella il 16/06/2009 00:13
    Tre passi che rincorrono tre atti emotivi per ragione e sentimento smarriti tra solitudine e ali di carta fino al sogno a bere del respiro profondo all'ombra della gemella notturna... piena di segni, piena di senso in una poetica degna di un maestro come te caro Michè, un abbraccio sincero.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0