accedi   |   crea nuovo account

Il Genio della musica.

Giù per l’Abetone
tra le piste di sci e
pendii sconnessi,
strade tortuose
in quelle dolci
colline dal sapore
antico
si alzano misteriose e
silenziose note
poetiche che
emozionano il cuore,
brividi dalla
pelle d’oca,
un crescendo di
intense sensazioni.
Tu quinta essenza
della musica,
che a cavallo
di due secoli
hai incantato i
nostri cuori
con la tua
Butterfly o La Tosca,
che nasceva in te
in quella pace e
in quella quiete
di Boscolungo,
poeta della musica
hai unito con
le tue opere
popoli,
anche i nemici
ti resero omaggio
in tutti i teatri
da te calpestati.
Il tuo Steinway
componeva anche
la notte,
usavi la sordina
per non spezzare
il silenzio di
Torre sul Lago,
dimora creativa
di Bohème, Tosca e
Manon Lescaut
dimora perenne
del tuo grande
Genio.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Giuseppe Bellanca il 29/06/2009 00:27
    grazie per il vostro passaggio ciao.
  • loretta margherita citarei il 28/06/2009 20:52
    adoro puccini, sono folle per la sua musica, ho visto tutte le sue opere bellissima poesia
  • Anonimo il 19/06/2009 16:38
    BELLA
  • Giuseppe Bellanca il 19/06/2009 14:55
    Dedicata a Puccini.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0