PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Sentirmi straniero

Sono stato infamato
per il mio sentirmi straniero.
Questi luoghi m'han rubato
infanzia e giovinezza
in cui sono come i fari verdi e rossi
notati soltanto
da sparuti marinai
nel mezzo del bisogno
e forse davvero dovrei andarmene
per capire finalmente
se piuttosto sono io
a rubarmi la vita.

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Diego Forconi il 08/10/2010 23:10
    grazie a tutti!!!
  • Anonimo il 18/06/2009 18:31
    Suggestiva... bravissimo.
  • loretta margherita citarei il 18/06/2009 15:17
    condivido bravo
  • Donato Delfin8 il 18/06/2009 14:06
    concordo. bravo
  • Ezio Grieco il 18/06/2009 09:49
    ... molto, molto bella e veritiera.
    clezio
  • Marta Niero il 18/06/2009 09:31
    me la sento a fotocopia se ripenso a quando da piccola ho cambiato città, ti fanno sentire "diversa" e quando non sei in sintonia con il circondario ti percepisci proprio straniero.
    ciao
    M
  • Vincenzo Capitanucci il 18/06/2009 05:19
    Bellissima Diego... infamato... nel mio sentirmi straniero... per capire finalmente... chi mi sta rubando la vita...

    Sempre io...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0