PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L'odio

Pugni al muro, nocche violacee
e tanta rabbia scorrere
da un capo all'altro
del corpo
tensione pura, frustrazione
vivere come morire
nascere per soffrire
tristezza del più corto
dei secoli
mai passati
rosso sangue dappertutto
sporche le strade
sporchi i volti
sporchi dentro
tutti quanti
sempre, senza eccezione
cadone speranze
e riproduce
angoscia
costante
incrmentando
l'orrore
l'odio
l'oblio
del più grande dei
tempi moderni
per cosa?
per chi?
Loro hanno deciso
e vogliono
solo
l'odio,
il loro dio

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Anonimo il 20/02/2013 08:06
    Ogni cosa, in questo nostro mondo, si combatte solo col suo contrario. Anche l'odio, anche il male.
  • Anonimo il 25/08/2009 16:33
    bella... che brutto aver l'odio come dio
  • Anonimo il 10/08/2009 10:31
    se l'odio diventa dio, i tempi non posso che tornare... e rievocare pensieri antichi.
  • loretta margherita citarei il 18/06/2009 21:04
    pensieri fortissimi piacita
  • Anonimo il 18/06/2009 18:27
    battare la testa contro un muro per riscoprirsi uomini... battere la testa contro un muro sperando che nasca un fiore... rabbia condivisa... poesie fortissime per pensieri universali piaciuta e trattenuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0