PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Vacuità asfittica

C'è una cosa che non ti ho ancora detto
che faccio? Taccio o confesso?
Non ti sto facendo un dispetto
nessun inganno... te l'ho promesso.
Parole scritte o parole al vento
raccontano in parte il mio tormento.
Mancati baci, mancati abbracci
tra le campagne appesi gli stracci
soffia il vento, soffia forte
chiuse le finestre, chiuse le porte.
Soffia il vento, soffia il maestrale
luogo isolato, paesaggio spettrale.
Tempo di andare, motori accesi già
hai dimenticato qualcosa, indovina dove sta?

 

1
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Ferdinando il 23/05/2016 15:01
    molto bella... complimenti.

1 commenti:

  • Nicola Saracino il 22/06/2009 18:00
    ??? Mi sembra che il pensiero sia diretto a questo qualcosa di innominato, mentre scrivi tutto il resto. N

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0