username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Ninna nanna

Ninna nanna, ninna nanna nanna oh...
"E tu pallida luna raspi il cielo e la fortuna,
segui la mia sorte, giocherò fino alla morte."
Così parlò la Pecora guardando negli occhi il Cane.
"Il tempo è malfattore, baratto due perle rare.
La prima l'ho rubata dagli occhi di una Fata
senza veli e senza storia, è la Fata della memoria.
L'altra l'ho trovata fra le mani di una bambina,
me l'ha data volentieri, è la perla dei pensieri.
E tu vecchio pastore obbedisci al tuo sovrano,
che il tempo fuggirà e poi pregherai invano,
perché il tempo è cartapesta che modelli per la festa,
quante sagre, quanta allegrezza, dentro gli occhi la tristezza.
La stagione del potere ha consumato il tuo respiro,
il tuo affanno già si perde nel progetto del vampiro.
Taci, taci cuore, è passato proprio adesso,
il profilo dell'offesa ha l'aspetto del buonsenso."

Così parlò la Pecora rientrando nell'ovile,
vide l'Agnello assopito e ripensò al suo peccato,
d'averlo messo al mondo per quel desiderio profondo,
quell'egoismo abbagliante in una realtà smemorante.
Il figlio dell'innocenza dorme avvolto dalla clemenza
del giudice maldestro con la voglia di capestro.
La Pecora guarda il mare col riflesso della luna,
"grazie mio Signore per questa mia fortuna,
son vecchia e malandata, ma so guardar le stelle
e ne ho viste proprio tante in un sogno inquietante,
un sogno colorato senza cani da temere,
un sogno ormai passato sulle ali di un piviere.
Se fossi un uccello imbriglierei il tempo
in un volo eccessivo alla ricerca di scampo.
Ma il tempo è più veloce del pensiero della luce,
il tempo è un labirinto ed il cielo sembra stinto.
Dormi, dormi amore, non ti mancherà mai nulla,
alla festa del Signore brucerò la tua culla."

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Rocco Burtone il 15/07/2010 16:14
    Grazie Salvatore. In effetti è una canzone. La puoi ascoltare al sito www. roccoburtone. it
  • Salvatore Ambrosino il 20/02/2010 20:53
    Apprezzabile, la trovo più come testo di una canzone, comunque bella
  • Anonimo il 01/11/2009 20:41
    Bravissimo
  • lupoalato maria cannavacciuolo il 26/06/2009 17:13
    stupenda e l'epilogo mi fa quasi pensare ad una metafora per dire che cmq alla fine l'età della ninna nanna brucia rimanendo solo cenere. Cenere di ricordi...
  • Marcello De Tullio il 26/06/2009 05:12
    È molto bella. Ti ho letto con piacere
  • Domenico Montaleone il 25/06/2009 13:01
    Ho letto con piacere, ciao Rocco
    Domenico

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0