username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Il re della foresta

Un giorno il leone ch’è il re della foresta disse agli animali “non voglio più regnare”
Disse agli animali “non voglio più regnar. ”
Cercate un nuovo re che vi possa governare, che sia forte bello giusto e saggio come me,
che sia forte e bello giusto e saggio come me. ”

E fu molto difficile trovare un nuovo re, perché millecinquecentotre erano i candidati,
i comizi che si tennero durarono sei mesi, tutti mentivano per poter essere eletti.

Così parlò il cavallo agli altri animali “è giusto che sia io il nuovo sovrano,
è giusto che sia io il nuovo sovrano.
Infatti ho la criniera così come il leone, è proprio per questo che tu mi voterai,
è proprio per questo che tu mi voterai. ”

“Io sono il più forte – disse allora l’elefante – sono anche il più grande, quello che fa più paura,
solo io posso salvarvi dal nemico che vi assale, nel mio regno più nessuno avrà paura. ”

La volpe invece disse “Io sono la più scaltra, un re dev’esser furbo ed io son furba più di te,
un re dev’esser furbo ed io son furba più di te. ”
“No non è vero niente – gridò allora la pantera – un re dev’esser agile e svelto come me,
un re dev’esser agile e svelto come me. ”

Fu allora che parlò la giraffa spilungona “Con il mio lungo collo posso vedere più distante,
se arriva il cacciatore son la prima ad avvertire, vota me che certo non ti pentirai. ”

E dopo tanti mesi di discorsi e di comizi, un topolino bianco volle prendere parola,
un topolino bianco volle prendere parola.
“Ma quanto siamo sciocchi, ma come siamo ingenui, io ho la soluzione per tutti i nostri dubbi,
io ho la soluzione per tutti i nostri dubbi.

Ma non vi siete accorti che dopo mesi e mesi e mesi che stiamo a discutere abbiam vissuto bene,
ed allora spiegatemi perché volete ancora un tiranno che vi possa soggiogare. ”

A questa soluzione nessuno avea pensato, parve la più giusta e così non si votò,
parve la più giusta e così non si votò.
Adesso gli animali stanno proprio bene, senza dittatori si sentono felici,
senza dittatori son tutti più felici.

 

2
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0