accedi   |   crea nuovo account

I miei Giorni

I miei giorni


Gli anni sono attimi dispersi
nella sabbia del tempo,
ma io li raccolgo tutti:
ne custodisco il ricordo intimamente.
Nessun momento perde il suo calore,
nella fredda nebbia dell’oblio,
per me
che vivo un palpito soltanto dell’immenso.
Le vie dedaliche, paiono contorte,
slittano, guizzano, s’intersecano,
albeggiano e tramontano
nell’infinita notte dell’eterno;
ed essa nera incombe senza fondamento,
dove svilito erra il mio pensiero.
Ogni perché sfugge inquieto
e sovente s’alzan gli occhi al cielo.

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Anonimo il 23/03/2011 16:46
    meravigliosa enrica... vie dedaliche che appaiono contorte... è vero gli anni sono attimi tivolti con lo sguardo indietro nel tempo e ti meraviglia che ne sia trascorso così tanto...
    questo lascialo dire a persone più grandio di te... sei così giovani eppur la tua penna sembra maestra di quest'arte bravissima
  • Sergio Fravolini il 04/05/2010 09:19
    Un palpito dell'immenso... che batte... che scuote.

    Sergio
  • Anonimo il 31/01/2010 16:55
    Poesia meravigliosa che lascia intravedere un animo nobile attento al grande problema del Tempo!!!
  • Adamo Musella il 28/06/2009 17:48
    Il tempo ha uno sviluppo tutto suo e tu riesci a descriverlo bene; brava Enrica, baci
  • Enrica Renata Ferreccio il 27/06/2009 00:19
    vi ringrazio
  • Anonimo il 27/06/2009 00:04
    bella e ben scritta
  • Fiscanto. il 26/06/2009 22:01
    molto bella! piaciuta!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0