accedi   |   crea nuovo account

Confetti

Ci saranno scale
che scendono soltanto
Ai balconi vecchie arie profumate
Sui tuoi piedi sandali e confetti
Anche i passanti, almeno trenta secondi,
fermeranno
la corsa senza senso
per guardarti in quel vestito

Bambini sull'uscio del mattino
e carezze per avvicinarci
Lascia scorrere le spine
non permettere alle lingue
di insinuarsi
tra i tuoi occhi aperti

Io sarò affianco
prima che il tuono
disperda la festa
prima della tempesta

E dentro di me non potrai mai bagnarti

 

1
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Anonimo il 05/06/2011 15:34
    Ottima
  • Anonimo il 13/02/2010 23:14
    Concordo che non bisogna fare commenti sbrigativi, tranne che quando un'opera non fa una grinza e si vuole comunque lodare chi l'ha scritta. Io ho trmila punti e non sono una di quelle persone che sfornano poesie usa e getta tutti i giorni. Sono libera di commentare o meno.
    Bella poesia. E francamente, a me, le chiuse che rompono completamente l'equilibrio del brano, piacciono tantissimo.
  • elio roberto rinaldi il 12/09/2009 23:41
    ok
  • elia zebe il 30/05/2008 00:34
    bello!
  • vito ferro il 05/09/2006 19:41
    non male la tua critica.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0