accedi   |   crea nuovo account

stronzo-amore

Ecco come si muoveva quell’immagine:
Ero come uno scultore, plasmavo dalla plastilina.
L’amore, quale come mi sembrava
Io ho creato, ed è riuscito.
I colori che non mi venivano,
Li ho presi sotto il cuore, erano sparsi per terra.
Non prendendo la polvere,
Soltanto non presi da nessuno.
I colori del colore acre, di tristezza d’amore.
I colori del colore del sangue che corre nelle vene.
Loro si lamentavano, loro così urlavano,
L'ho sentito con il mio corpo.
Ecco come accade, non sapendo quella verità:
Tu crei un corpo, punti su una carta,
L’amore, quale non voleva così
Rimanere con te, è andato via,
Là, dove nessuno non soffre mai,
Da chi non lo scoprirà mai.
L’amore di plastica, della razza sconosciuta.
L’amore del colore dei colori, della tristezza d’amore.
L’amore del colore dei colori.
Come forse to be or not to be.
Vorrei sapere come.
Ecco la domanda …
Come non ammazzarti,
Non amarti, come?
Ecco dov’è la risposta.
Come il bit vi farà vedere com’è il dolore.
Sulla ferita come il sale stronzo-amore.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • Anonimo il 28/12/2009 21:44
    molto bella.. brava
  • Samuele Scagliarini il 26/10/2009 12:07
    Si!
  • Fiscanto. il 13/08/2009 22:19
    ODI ET AMO. QUARE ID FACIAM FORTASSE REQUERES, SED FIERI SENTIO ET EXCRUCIOR!
  • Dannunziano _ il 05/08/2009 06:15
    davvero fatta bene... complimenti!
  • Sarah K. il 22/07/2009 15:07
    fortissima. Bella bella mi piace!!!
  • Adamo Musella il 28/06/2009 17:24
    Un quadro espressione dell'anima, in cui ritrovo una mano dosata all'amore e mai rassegnata agli alti e bassi di questo nobile sentimento; sei sempre energia e passione Tais cara un bacio
  • Vincenzo Capitanucci il 28/06/2009 04:57
    L'Argilla... impastata con il colore di caldo passionale sangue... crea.. un corpo d'Amore...
    poi nasce la tristezza... di essere o non essere amata... di amare o non amare... il bruciore del dolore...
    Bellissima Tais... l'essenza... delle essenza... la vita... ma a volte quanto è stronzo l'Amore... per un motivo... o per un altro...
    Erano sparse per terra... le carte del mio cuore...
    Mi fai pensare a quei giocatori della letteratura russa... da Puskin a Fedor... che su una carta... ci giocavano la vita... e a volte usciva... la dama di picche...
    la fede nell'Amore... è oro... e la carta vincente prima o poi esce...
  • Aedo il 27/06/2009 23:46
    Una poesia intensa, che parte dalla mente e si trasmette col cuore: le immagini sono create dall'analisi introspettiva di te stessa, per poi prendere colore e assumere le svariate forme della creatività. Bravissima!!!!!
    Ignazio
  • Anonimo il 27/06/2009 23:23
    intensa... bella e appassionata
  • loretta margherita citarei il 27/06/2009 22:43
    forte, brava 5 stelle

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0